La storia del logo di Vaillant è quanto mai curiosa, perché risale alla domenica di Pasqua del 1899, quando Johann Vaillant – sfogliando la rivista “Alte und Neue Welt” (“Il vecchio e il nuovo mondo”) – viene catturato dalla foto di un leprotto che esce da un uovo: l’immagine, tipica della Pasqua tedesca, segnerà l’inizio dello straordinario successo del marchio e si configura fin da subito come un tratto distintivo dell’azienda.

Johann Vaillant acquista infatti immediatamente i diritti di utilizzo dell’immagine ed inserisce il logo – fin dal 1899 – in tutti i suoi prodotti, i suoi cataloghi e la documentazione relativa all’azienda, che in pochi anni si costruisce una straordinaria fama ed un’ottima reputazione in tutta la Germania.

Nel 1920, quando il marchio è ormai conosciuto oltre i confini nazionali, Vaillant assume il suo primo direttore pubblicitario, che riprogetta per la prima volta il logo: l’immagine – il leprotto in un uovo – resta sempre l’elemento centrale, tuttavia viene aggiunta la scritta “Vaillant”, per favorire l’identificabilità dell’azienda stessa. Il successo è strepitoso, tanto che nel 1970 viene prodotto persino un cartone animato.

Nel corso degli anni si susseguono altre piccole modifiche, tra cui l’inserimento del colore verde nel logo, tuttavia i sondaggi dimostrano come la maggior parte dei tedeschi conosca il logo come appartenente al marchio Vaillant. Lo stesso risultato si ottiene in Austria, Italia e Olanda. Il leprotto in un uovo fu dunque senza ombra di dubbio una scelta vincente.