Sono previste agevolazioni fiscali per l’installazione di caldaie e scalda acqua?

Si. sono previste agevolazioni fiscali per l’installazione di caldaie 4 stelle a condensazione o per impianti ad energia rinnovabile ( 55%).
Sono invece previste agevolazioni fiscali per lavori di ristrutturazione ( 50% ) ove possano rientrare anche le installazioni di scalda-bagni e caldaie tradizionali.

Ogni quanto devo fare la manutenzione e l’analisi fumi?

Ai sensi del d.legs. 192/2005 , e successive modifiche ed integrazioni, tutti gli impianti devono essere sottoposti a manutenzione con scadenze periodiche in funzione della potenza del generatore. e’ d’uopo precisare che le scadenze riportate nel decreto sono le minime da rispettare, a meno di indicazioni più restrittive da parte della casa costruttrice, dell’installatore o del manutentore, riportate sul libretto di uso e manutenzione d’impianto.
Vaillant consiglia una accurata manutenzione dei suoi apparecchi a gas almeno una volta all’anno al fine di mantenere l’efficienza e la sicurezza, diminuire i consumi e migliorare la qualità dell’aria.

Quali sono le vostre modalità di pagamento per ricevere la vostra assistenza?

Contanti o assegno. Per pagamenti superiori ai mille euro non si accettano contanti ma solo assegni.

Fate anche il libretto per le caldaie? Ho perso il mio libretto, potete farne uno nuovo?

Si possiamo fare i libretti sia in un caso che nell’altro.

A quanto deve stare la pressione della mia caldaia?

Il valore corretto è di circa 1,5 bar con i caloriferi a temperatura ambiente.

Ho la pressione della caldaia prossima al tre. Cosa devo fare per riportarla al valore corretto?

Il valore corretto è di circa 1,5 bar con i caloriferi a temperatura ambiente. Per portare la pressione al valore corretto in questo caso occorre scaricare l’acqua attraverso la valvola di sfogo collocata sui termosifoni fino al raggiungimento del valore 1,5. Se spegnendo i caloriferi la pressione non torna a valori normali togliere l’acqua in eccesso da una o più valvole di sfogo aria montate su i caloriferi o aprire il rubinetto di scarico acqua ( se previsto ). Se la pressione continua a salire chiamare il centro assistenza in quanto la caldaia necessita di assistenza.

Ho la pressione della caldaia prossima allo zero. Cosa devo fare per riportarla al valore corretto?

Il valore corretto è di circa 1,5 bar con i caloriferi a temperatura ambiente. Per portare la pressione al valore corretto in questo caso occorre caricare l’acqua attraverso il rubinetto di carico fino al raggiungimento del valore 1,5. Tale operazione è differente a seconda del modello di caldaia e della collocazione del rubinetto di carico.

Fate assistenza anche su apparecchi non Vaillant?

Si, prestiamo assistenza anche su apparecchi di altre marche. Non esitate a contattarci per assistenze e per manutenzioni.

Cosa prevede il vostro contratto di assistenza e manutenzione?

Il contratto di manutenzione con il nostro centro assistenza prevede agevolazioni economiche per il cliente in quanto il diritto di chiamata è ridotto del 50% sia nei giorni feriali sia nei giorni festivi nel periodo di riscaldamento (7 giorni su7), tempistiche piu’ celeri ( da intendersi con ragionevole elasticita’ a seconda dell’urgenza dell’intervento e del periodo).

Quanto costa la manutenzione?

Caldaie da riscaldamento
• € 70 : manutenzione ordinaria, analisi combustione, prova di tenuta impianto gas per clienti con abbonamento di manutenzione ordinaria annua.
• € 90 : manutenzione ordinaria, analisi combustione, prova di tenuta impianto gas per clienti senza abbonamento di manutenzione ordinaria annua.

Scalda acqua:
• € 50 : manutenzione ordinaria e prova tenuta impianto per clienti con abbonamento di manutenzione ordinaria annua.
• € 55 : manutenzione ordinaria e prova tenuta impianto per clienti senza abbonamento di manutenzione ordinaria annua.
Inoltre ricordiamo che, in caso di interventi straordinari, i clienti abbonati godranno di uno sconto del 50% sul diritto di chiamata.

Cos’è il bollino verde e ogni quanto lo devo fare? Cosa dice la normativa?

La regione piemonte con D.G.R. n. 35-9702 del 30 settembre 2008 ha approvato le disposizioni attuative della Legge regionale 28 maggio 2007 n. 13 “disposizioni in materia di rendimento energetico nell’edilizia” in materia di impianti termici. Lo spirito della legge è quello di favorire il risparmio e l’efficienza energetica in edilizia, un settore a cui si deve quasi il 40% del consumo di energia in piemonte. La legge prevede che a decorrere dal 15 ottobre 2009 sia obbligatorio su tutto il territorio della regione piemonte il nuovo sistema di autocertificazione degli impianti termici denominato bollino verde e che i controlli sugli impianti termici possano essere trasmessi alla provincia di competenza in formato elettronico. Inoltre ogni impianto sarà univocamente identificato sul territorio regionale da una apposita etichetta con codice. Questo nuovo sistema consentirà di realizzare un catasto degli impianti termici che raccolga tutte le informazioni relative all’impianto e alla sua efficienza energetica. Tutti gli impianti termici sul territorio piemontese verranno sottoposti agli opportuni controlli periodici: in questo modo si avranno impianti termici più sicuri, che consumano meno ed inquinano meno. La disponibilità di un elenco regionale delle imprese abilitate al rilascio del bollino verde costituirà maggiore garanzia di professionalità degli operatori. Disporre di una procedura informatizzata per il censimento degli impianti termici, per la compilazione e trasmissione dei rapporti di controllo consentirà di semplificare gli adempimenti (meno burocrazia), di conoscere puntualmente lo stato di un impianto termico, e di individuare più facilmente eventuali irregolarità.

Si può avere un orario preciso per avere un vostro intervento?

Gli orari d’intervento, assistenza e manutenzione verranno concordati insieme ai nostri operatori telefonici.

Cosa posso fare per evitare che la caldaia/scalda acqua geli?

Mantenere un filo d’acqua aperta durante la notte in cui si prevede un forte calo delle temperature. E’ inoltre consigliabile anche la dotazione di cassonetti coibentati, resistenze anti gelo o termostati appositi.

Fate assistenza anche su pannelli solari?

Cosa devo fare per ottimizzare i miei consumi?

Vi consigliamo di contattarci per una manutenzione ordinaria dell’apparecchio. In tale occasione i nostri tecnici sapranno consigliarvi i necessari accorgimenti al fine di garantirvi il giusto comfort ed il relativo risparmio energetico a seconda della tipologia d’impianto e di abitazione.

Quanto costa il diritto di chiamata?

40€ per i clienti non abbonati e 20 € per i clienti abbonati.